Cina: il treno viaggia a 350 km/h senza conducente. È il primo al mondo

Scritto da il Novembre 11, 2020

Da Pechino a Zhangjiakou (città che ospiterà le Olimpiadi nel 2022) in soli 47 minuti.

La Cina è nota oltre che per le sue bellezze anche per i suoi treni. Qui, infatti, vi è la più grande rete ferroviaria ad alta velocità al mondo, che si estende per 35.000 chilometri e il treno più veloce: il maglev di Shanghai. Nel 2022 Pechino ospiterà le Olimpiadi e la Cina sta cercando sempre più di espandere le sue ferrovie ad alta velocità.

Dopo circa quattro anni, la nuova linea ferroviaria –Jing-Zhang– ha iniziato ufficialmente i suoi viaggi. La ferrovia Jing-Zhang prende il nome da una linea ormai in disuso. Inaugurata nel 1909, fu la prima ad essere stata progettata e costruita in modo indipendente dai cinesi, collegando Pechino e Zhangjiakou.

Con una velocità di 350 chilometri all’ora, il nuovo treno percorre 108 miglia e collega la capitale, Pechino, con la città che ospiterà le Olimpiadi, Zhangjiakou, riducendo così la durata del viaggio da tre ore a soli 47 minuti. Il treno si ferma in 10 stazioni, tra cui Badaling Chang Cheng, la sezione più popolare della Grande Muraglia Cinese.

Questo, però, non è solo un altro treno proiettile, come siamo soliti ammirare in Cina e Giappone, è molto più intelligente. Il treno della serie Fuxing, infatti, è il primo a viaggiare senza conducente.

La nuova linea ferroviaria ha iniziato le sue corse il 30 dicembre, con il primo treno che parte dalla stazione nord di Pechino fino a Taizicheng. Attualmente sono 30 i treni che ogni giorno collegano Pechino e Zhangjiakou, ma solo 6 sono serviti dal nuovo “treno intelligente”.

Questo nuovo modello ad alta velocità e senza conducente, può avviarsi, fermarsi e adattarsi automaticamente ai diversi limiti di velocità tra le stazioni. Tuttavia, un macchinista di monitoraggio sarà sempre a bordo. Ogni sedile (removibile per facilitare i passeggeri che viaggiano con sedia a rotelle) ha un pannello di controllo touch-screen e dock di ricarica wireless. Inoltre, 2.718 sensori raccolgono dati in tempo reale e rilevano eventuali anomalie operative.

Gli interni dei treni sono stati progettati pensando anche alle esigenze degli atleti che gareggeranno alle Olimpiadi di Pechino. Alcune cabine, infatti, dispongono di aree di stoccaggio più grandi per le attrezzature per gli sport invernali, a cui è possibile accedere tramite il codice QR. Infine, nelle stazioni robot e tecnologie di riconoscimento facciale aiutano i passeggeri con check-in, bagagli e indicazioni stradali. Tag: AsiaCinaTreni Leggi anche

 75 total views,  1 views today

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Traccia corrente

Titolo

Artista